per la città metropolitana di Milano
Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio
Cartelli e insegne pubblicitarie

Cartelli e insegne pubblicitarie

e-mail per la valutazione delle campagne pubblicitarie: 

sabap-mi.pubblicita@cultura.gov.it (*) 

(*) email attiva per la trasmissione delle immagini delle singole campagne pubblicitarie e non per la presentazione delle istanze

 

PUBBLICITA’ SOGGETTE AD AUTORIZZAZIONE DELLA SOPRINTENDENZA

Ai sensi degli artt. 49 e 153 del D.Lgs. 42/2004 è necessaria l’autorizzazione per:
  • Cartelli o altri mezzi di pubblicità sugli edifici e nelle aree tutelate come beni culturali;
  • Utilizzo ai fini pubblicitari delle coperture dei ponteggi predisposti per l’esecuzione degli interventi edilizi su beni culturali (si rimanda alle  indicazioni specifiche in fondo alla pagina);
  • Collocazione di mezzi pubblicitari lungo le strade site nell’ambito e in prossimità dei beni culturali; in proposito, il “Regolamento comunale sulla pubblicità e applicazione del diritto di imposta sulla pubblicità” del Comune di Milano indica (art. 8 c.1 lett. p) il limite di 50 metri dal perimetro del bene vincolato entro cui la collocazione di mezzi pubblicitari è vietata salvo autorizzazione della Soprintendenza.
Tempistiche

Durata del procedimento e ulteriori obblighi

La durata del procedimento è di 90 giorni dal ricevimento della richiesta.

In caso di documentazione insufficiente l’Amministrazione sospende/interrompe i termini del procedimento e richiede chiarimenti o documentazione integrativa.

L’autorizzazione rilasciata dalla Soprintendenza viene trasmessa, a cura degli interessati, agli altri enti deputati all’eventuale emanazione degli ulteriori atti abilitativi

 

Presentazione della richiesta

Modulistica da compilare 

Documentazione da presentare
Il progetto dovrà comprendere:

  • Documentazione fotografica(a colori) dell’immobile oggetto della richiesta, corredata da planimetria dei punti di ripresa
  • Planimetrie generali (inquadramento urbanistico, estratto PGT, mappe catastali, ecc.)
  • Relazione tecnica illustrativa delle caratteristiche costruttive delle opere da realizzarsi (dimensioni, materiali, cromie, finiture, tipo di illuminazione, sistema di fissaggio, ecc.)
  • Elaborati grafici generali (piante, sezioni e prospetti) – stato di fatto, stato di progetto e confronto – degli ambiti interessati dall’intervento
  • Elaborati grafici di dettaglio dei singoli mezzi pubblicitari proposti
  • Elaborati di fotoinserimento (a colori) delle opere in progetto
  • Contratto di appalto dei lavori (nel caso la richiesta sia relativa alla copertura a fini pubblicitari dei ponteggi)
  • Cronoprogramma dei lavori e prospetto di ponteggio con simulazione di bozzetto pubblicitario.
Modalità di invio

La richiesta può essere inviata:

  • in formato digitale via PEC all’indirizzo: sabap-mi@pec.cultura.gov.it
  • in formato cartaceo all’indirizzo Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Milano, corso Magenta 24 – Palazzo Litta, 20123 Milano

Marca da bollo: la marca da bollo da 16€ è dovuta se il richiedente è un privato

Ulteriori indicazioni alla pagina Modulistica e Presentazione delle richieste

 

Pubblicità sui ponteggi

Circolari della Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio

La DG Archeologia Belle Arti e Paesaggio con la Circolare n. 49 del 7.12.2020,“Utilizzo a fini pubblicitari delle coperture dei ponteggi predisposti per interventi di conservazione. Indicazioni operative”, e con le successive circolari n. 12 dell’11/03/2022 (“D.Lgs. 42/2004 art. 49 comma 3. Utilizzo a fini pubblicitari delle coperture dei ponteggi predisposti per interventi di conservazione – indicazioni operative”) e n. 22 del 05/04/2022 (“Utilizzo a fini pubblicitari delle coperture dei ponteggi predisposti per interventi di conservazione – chiarimenti”) ha  fornito linee di indirizzo sull’utilizzo a fini pubblicitari delle coperture dei punteggi predisposti per gli interventi di conservazione.

Scarica la Circolare n. 49 del 7.12.2020

Scarica la Circolare n. 12 dell’11.03.2022

Scarica la Circolare n. 22 del 05.04.2022

DIMENSIONI DELL’IMMAGINE PUBBLICITARIA

La dimensione dell’immagine pubblicitaria sugli immobili vincolati non dovrà, di norma, eccedere il 30% della superficie dei teli di protezione dei ponteggi, calcolata con riferimento allo specifico fronte su cui insiste l’immagine stessa.
Non sono assentibili esposizioni pubblicitarie angolari.

SCHERMI DIGITALI (LED)

La dimensione dell’immagine pubblicitaria su schermi digitali non dovrà, di norma, eccedere il 20% della superficie dei teli di protezione dei ponteggi, calcolata con riferimento allo specifico fronte su cui insiste l’immagine stessa.
I livelli di intensità luminosa dovranno essere opportunamente controllati e limitati in modo che la luminosità del messaggio pubblicitario non contrasti con le esigenze di tutela monumentale; in tema di inquinamento luminoso dovranno essere rispettate le vigenti disposizioni regionali, anche con riguardo alla presenza di sistemi automatici di regolazione della luminosità (notte/giorno) ed al rispetto degli orari di spegnimento.
La durata dei messaggi pubblicitari sia di immagini che di video non dovrà essere inferiore ai 15 secondi, in accordo con quanto disposto dagli standard internazionali europei.
L’ammissibilità degli schermi digitali viene valutata di volta in volta compatibilmente alle dimensioni e alla qualità del contesto stesso in cui si collocano gli schermi, in considerazione anche delle finalità della pubblicità: a sostegno di  interventi di restauro, di valorizzazione di beni culturali di valenza pubblica e legati ad interventi di pubblica utilità.

Sono da evitarsi l’accentramento e tempistiche prolungate in determinati luoghi di elevato flusso turistico e prospetticamente rilevanti nel contesto urbano.

Potranno essere individuati dalla Soprintendenza gli ambiti in cui la tipologia a schermo digitale non è compatibile con il valore del luogo (in considerazione della particolare situazione dovuta alla pandemia da Covid 19 e alla necessità di rivitalizzare i contesti urbani, l’individuazione dei detti luoghi in cui è esclusa l’immagine digitale è rimandata al post-Covid).

I filmati su schermo led dovranno alternarsi a filmati di documentazione dei lavori di restauro in corso di esecuzione nel caso di beni monumentali e di interventi significativi, come indicato nelle linee di indirizzo, e indicare la finalità della stessa pubblicità con messaggi quali: “questa pubblicità finanzia i lavori di restauro …”.

SINGOLE IMMAGINI E MESSAGGI PUBBLICITARI

La Circolare n. 49/2020 demanda alla Soprintendenza “la valutazione circa la compatibilità e il decoro” dei singoli messaggi/immagini pubblicitarie da esporre sui ponteggi. Per questo la Soprintendenza ha attivato una casella di posta elettronica alla quale gli utenti trasmetteranno preventivamente i bozzetti delle campagne pubblicitarie: sabap-mi.pubblicita@cultura.gov.it (*)

(*) tale recapito è attivo unicamente per la trasmissione delle immagini delle singole campagne pubblicitarie e non è valido per la presentazione delle istanze, che dovranno essere inviate secondo le modalità sotto indicate.